image
image
image
image

image
image
image

image
image

image
image

image



giglio

ARCHIVIO LUOGHI E STRUTTURE PER I VOSTRI CAMPI ED USCITE

In questa sezione del nostro sito, potrete ricercare il posto per l'uscita, il campo, la route, le vacanze di branco, etc... più adatto alle vostre esigenze!

L'archivio è costantemente aggiornato ed ampliato da tutti i capi.



tenda

Scheda dettagliata del posto selezionato

ALPE DI CAVARZANO

stampante Stampa la scheda del posto           Inserito da p.gori

Regione: toscana

Provincia: PO

Località: Loc. Alpe di Cavarzano - Vernio (PO)

Tipologia: Accantonamento e terreno

Indicato per: Cerchi, Branchi, Riparti

Riferimento: MASCI Prato, Web: http://www.masciprato.com/masci.htm COME PRENOTARE IL CAMPO SCOUT a) Per il fine settimana o un breve periodo (2/3 giorni) Scaricare il modulo di richiesta (formato .zip, da scompattare) e restituirlo compilato, inviandolo per fax (055/8707359) o per e-mail prendendo accordi con il responsabile Roberto Fedi per il ritiro delle chiavi dei rifugi o per la zona di campo assegnata (Tel. 0574/590070). b) Per periodi di soggiorno prolungati - Prendere accordi col responsabile sopra indicato per un sopralluogo sul terreno di campo. - Compilare e restituire il modulo di prenotazione come sopra detto prima possibile. - Inviare per vaglia postale un anticipo, come stabilito col gestore del campo. - La prenotazione sar valida colo dopo aver ricevuto l'anticipo. - In mancanza del versamento dell'anticipo entro 10 giorni dal sopralluogo, l'associazione si riterr libera di affittare il campo ad altri gruppi. Non si accettano prenotazioni per telefono. c) Accettazione della prenotazione Verr comunicata via telefono, fax o email, al responsabile del gruppo. d) Documenti da inviare Entro il 15 giugno di ogni anno i seguenti documenti devono essere inviati al gestore: 1. elenco dei Capi responsabili presenti al campo; 2. elenco nominativo di tutti i partecipanti al campo. 3. Dichiarazione scritta che tutti i partecipanti al campo sono coperti da assicurazione (fotocopia polizza), oppure, per gli scout: attestazione del Responsabile di zona che il gruppo che campeggia regolarmente censito (fotocopia del censimento di gruppo).

Prezzo: Da Concordare

Descrizione:

COME RAGGIUNGERE IL CAMPO SCOUT Dall'Autostrada del Sole (A1) immettersi sull'Autostrada Firenze-Mare (A14). Uscire al casello Prato Ovest. Proseguire sorpassando due rotonde e seguire le indicazioni Vaiano Vernio (SS 325). Raggiunta la localit Mercatale di Vernio seguire le indicazioni per Cavarzano, voltando a sinistra. Oltrepassata Cavarzano voltare a sinistra sulla carreggiabile per il passo dell'Alpe fino all'incrocio col sentiero 23. La strada panoramica per il passo dell'Alpe asfaltata per circa 3 km. e per il rimanente sterrata. In prossimit del sentiero 23, all'indicazione CAMPO MASCI sulla destra, lasciare la macchina e proseguire scendendo a piedi per il sentiero per circa 300 m. Il sentiero (che conduce al Rifugio Mario Mazza) stato recentemente riassestato ed percorribile anche con un fuoristrada. Il tempo di percorrenza dall'uscita dal casello fino all'Alpe di circa 1 ora/1 ora e un quarto.

Note:

LA STORIA DEL CAMPO E DEI RIFUGI L'Alpe di Cavarzano una localit a 35 chilometri da Prato, posta sull'Appennino Tosco-Emiliano, a mt. 1008 circa s.l.m. Il paese pi vicino, da cui prende il nome, Cavarzano (in comune di Vernio) da cui l'Alpe dista circa 6 Km. Vernio in provincia di Prato. Per la sua bellezza stata luogo di uscite e campi e fine settimana per i reparti scout di Prato fin dalla loro nascita. Addirittura nel luglio 1926 gli scout, a ricordo dell'Anno Santo, innalzarono sul passo del-l'Alpe una grande croce in legno, oggi sostituita da una struttura in ferro e cemento. Gi nel 1965, nell'intento di fare cosa utile ai gruppi scout pratesi, l'allora Magistero decise di ac-quistare una vecchia capanna semidiroccata, avvistata durante una camminata, pensando subito all'importanza che avrebbe avuto quel posto come base di appoggio per gli scout per le loro uscite e i loro campi. Il lavoro di ristrutturazione della capanna fu lungo e faticoso perch tutto il materiale occorrente per le riparazioni dovette essere portato a spalla o a dorso di mulo, non essendoci allora la bella strada panoramica che esiste oggi. La casa fu ripulita e sistemata eseguendo vari rifacimenti, e attrezzata di mobili e accessori: ebbe il nome di "rifugio Mario Mazza" a ricordo del fondatore dello scoutismo italiano. Per diversi anni fu meta di attivit scout e incontri della Comunit, come riportano articoli apparsi nella rubrica "Notiziario del MASCI" della rivista nazionale "Strade Aperte". L'Alpe divenne nuovo fulcro di attivit nel 1985 a seguito di un gravissimo lutto che interess la Comunit: la prematura e tragica morte di Riccardo Pagnini, figura storica dello scoutismo pratese. Dopo una S. Messa celebrata in sua memoria, gli amici della Comunit decisero di trovare un terreno di campo da intitolare al suo nome, che potesse essere utilizzato dai giovani scout. Il MASCI di Prato venne a conoscenza che il terreno sottostante la casa dell'Alpe era in vendita. Fatto un sopralluogo, il terreno fu acquistato - considerando che confinava anche col rifugio M. Mazza - con una contribuzione spontanea delle persone interessate a tale realizzazione. Nel 1986 furono anche fatte nuove riparazioni al rifugio (facciata, tetto, pavimento) grazie all'aiuto di un'impresa edile e della manovalanza di molti adulti scout. Finalmente l'inaugurazione del rifugio fu fatta il 22 giugno 1986, con una S. Messa al campo celebrata dall'Assistente ecclesiastico e la partecipazione di tutti coloro che avevano contribuito all'o-pera. Con lavoro faticoso e lungo fu ripulito il terreno incolto, pieno di rovi e piante disordinate. L dove oggi sono dei bellissimi prati per campeggiare, era una specie di foresta vergine. Fu una vera impresa anche tagliare gli alberi in esuberanza e togliere le radici per far posto alle piazzole per le tende. Fu poi risolto anche il problema dell'approvvigionamento idrico, tramite la provvidenziale Fonte di Canapale che fornisce acqua a tutti i lavatoi del campo ed ai depositi. Tanti altri problemi sono stati affrontati: dai servizi igienici al rimboschimento di alcune zone del terreno, il tutto per rendere sempre pi accogliente e confortevole la base scout. Le persone vi hanno contribuito con spirito di servizio rafforzando l'amicizia e rendendo la Comunit pi compat-ta e forte. Lo spirito di servizio che ci ha animato per ricordare un nostro fratello scomparso sta-to poi riportato in un punto della Carta di Comunit. Oggi la base scout dell'Alpe di Cavarzano conosciuta da tutti i gruppi scout di Prato e da molte associazioni in campo nazionale ed internazionale. Migliaia sono i i ragazzi che hanno goduto di questo servizio messo loro a disposizione dalla Comunit. IL RIFUGIO MARIO MAZZA Clicca per ingrandire Per poter gestire il campo e dar modo a tutti coloro che volevano parteciparvi, fu costituita l'Asso-ciazione Adulti per lo Scoutismo, con un proprio statuto e Consiglio, sotto l'egida del MASCI pratese che ne condivide gli scopi. I componenti dell'Associazione sono infatti prevalentemente membri del MASCI pratese e l'Associazione ha un proprio statuto e un Consiglio retto da un Presidente che viene rinnovato ogni 3 anni, e che decide le iniziative da prendere per mantenere e migliorare la struttura. Nel giugno 1987 venne finalmente inaugurato il terreno di campo e intitolato a Riccardo. La costituzione dell'Associazione Adulti per lo Scoutismo stata principalmente opera di Rodolfo Picchi, purtroppo da poco scomparso prematuramente. Rodolfo ha per lungo tempo collaborato spontaneamente e con professionalit all'amministrazione del-la societ. In questi ultimi anni, oltre alla sistemazione del terreno, stato ristrutturato il rifu-gio M. Mazza e ne stato costruito uno simile alla distanza di circa 200 metri (su un rudere gi esistente), sotto la competente direzione di Gustavo Pecchioli, che ha richiesto il sacrificio ed il lavoro di molti soci e la collaborazione di altri amici. Per il completamento dei lavori, un notevole contributo stato offerto dalla Cassa di Risparmio di Firenze, agenzia di Prato. Il Vescovo visita il Rifugio degli Scoiattoli - Clicca per ingrandire Il nuovo rifugio ha preso il nome di Rifugio degli Scoiattoli, dai piccoli e graziosi abitatori del rudere (che peraltro sono ghiri). Sono stati acquistati altri appezzamenti di terreno per un totale complessivo di circa 65.000 mt quadri. Pensiamo cosi di aver adempiuto ad un doveroso atto di riconoscenza verso Riccardo.


<<Torna alla lista dei Posti